La Warner Bros avrebbe deciso di interrompere il rapporto di lavoro con Henry Cavill, si prospettano clamorosi sviluppi per il futuro di Superman!

Soltanto negli scorsi mesi avevamo parlato di un possibile Man of Steel 2, ma la realtà è ben diversa: Henry Cavill non solo non interpreterà Superman in un nuovo standalone, ma secondo quanto riportato dal The Hollywood Reporter non sarà più il figlio di Krypton.

La clamorosa svolta è avvenuta dopo che si sono interrotti i discorsi relativi ad un cameo in ‘Shazam!’ a causa di conflitti di programmazione, ma nessuno avrebbe mai potuto immaginare un addio di questo tipo. Sebbene nessuna delle due parti stia confermando la notizia, l’attore britannico, che ha indossato per la prima volta il vestito del supereroe in Man of Steel del 2013 ed in seguito anche in Batman v. Superman del 2016 e nella Justice League dello scorso anno, appenderà al chiodo il mantello rosso.

Justice League - Henry Cavill commenta: "Non si può vincere sempre"
Justice League | Henry Cavill è Superman

La Warner aveva chiesto all’attore di partecipare a Shazam! in un cameo, ma Henry Cavill non ha dato la propria disponibilità per altri impegni. L’annuncio che l’attore sarà il protagonista di The Witcher con un impegno annuale di diversi mesi per i prossimi anni avrebbe indispettito la DC, che a questo punto starebbe pensando di inserire un giovane Superman nel film dedicato a Supergirl sul modello di quanto fatto nell’omonima serie tv.

Una fonte della Warner Bros avrebbe dichiarato:

Superman è come James Bond, e dopo una certa corsa devi guardarti intorno per trovare nuovi attori. C’è anche la consapevolezza che alcune parti dei film precedenti non funzionavano”.

Quindi dopo Ben Affleck anche Henry Cavill sta uscendo dal DCEU che rischia di non avere più senso di esistere con Aquaman e il nuovo capitolo di Wonder Woman che sembrano non avere sviluppi. Anche il film con Ezra Miller per Flash previsto per le riprese all’inizio del 2019 ormai ha poco senso.

Il CEO della Warner Bros. Kevin Tsujihara e il presidente della Warner Bros. Pictures Group Toby Emmerich stanno cercando di rinvigorire l’universo DC dello studio, che soffre ancora troppo a livello di pubblico e botteghino il confronto con i Marvel Studios.

Intanto Deadline guarda già al futuro e per il sostituto di Henry Cavill si fa il clamoroso nome di Michael B. Jordan, che dopo Black Panther potrebbe dunque interpretare anche il ruolo più iconico di casa DC.

Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

View all posts