Italia 1 propone stasera in tv in prima serata un grande classico del cinema fantasy: si tratta de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri, il secondo capitolo della trilogia firmata da Peter Jackson e ispirata dall’opera scritta, all’inizio del Novecento, da John R. R. Tolkien.

Il viaggio di Frodo Baggins, portatore dell’Unico Anello, subisce delle pericolose deviazioni, ma ciò che maggiormente tiene banco ne Il Signore degli Anelli: Le Due Torri è l’ardua battaglia che vede Aragorn, Legolas e Gimli contrastare le fucine di orchi e Uruk-Hai messe in piedi da Saruman alle basi del Fosso di Helm. Sedici anni dopo la distribuzione al cinema, la trama è abbastanza nota e le vicende già ben raccontate, ma ci sono alcune curiosità de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri che potreste non sapere.

Curiosità su Le Due Torri, stasera in TV | #1 Il piede fratturato di Aragorn

 
In una delle scene de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri, Viggo Mortensen, l’attore che interpreta Aragorn, ha dovuto tirare un calcio a un elmo di un orco: quel gesto è costato all’attore la frattura di due dita del piede. Nonostante questo, però, Mortensen ha deciso di continuare a recitare e terminare la giornata lavorativa. Lo stesso Peter Jackson era convinto che l’attore stesse ancora recitando che l’urlo di dolore fosse una messa in scena, non una reazione all’effettivo infortunio. Durante il montaggio il regista ha quindi deciso di mantenere la scena, che viene infatti proposta nell’editing finale con Aragorn che, dopo aver calciato l’elmo, si inginocchia a terra per il dolore e, ovviamente, per la rabbia provocata dalla scena.

Mario Petillo

View all posts