martedì , 26 Marzo 2019
Home / Musica Internazionale / Artisti Internazionali / Oscar 2019: Per la prima volta dopo 30 anni non ci sarà un presentatore
Oscar 2019

Oscar 2019: Per la prima volta dopo 30 anni non ci sarà un presentatore

Gli Oscar 2019 sono ormai alle porte, e dopo le tante polemiche sul candidato alla conduzione Kevin Hart, non è stato trovato ancora un sostituto, ma una soluzione ovviamente sì.

Come cita il titolo, dopo ben 30 anni la cerimonia degli Oscar non avrà un presentatore dopo che Kevin Hart, che avrebbe dovuto condurre le danze, si è ritirato dall’incarico dopo alcune polemiche avvenute scavando nel suo passato social, dove scherzava fortemente sull’omofobia scatenando così l’ira del pubblico su Twitter.

Ovviamente una soluzione si trova sempre grazie ai produttori e all’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che in sole sei settimane sta cercando di mettere insieme un gruppo singolare di talenti per gli Oscar, che dovranno intrattenere il pubblico durante la consegna e le letture dei premi, che avranno luogo il 24 febbraio al Dolby Theatre di Hollywood. Come potete immaginare però l’Academy è sotto pressione visto e considerato che le tempistiche per svolgere il tutto di certo non danno una grande mano, anzi ostacolano una situazione già di suo davvero complicata.

Kevin Hart non condurrà gli Oscar 2019

Nonostante la prossima cerimonia degli Oscar non conterrà nomi di un certo spessore come Chris RockJimmy KimmelChris Rock, e Neil Patrick Harris , potrebbe mettere in scena comunque prestazioni e spettacoli di livello sopraffino come quelle dei possibili nominati come Lady GagaKendrick Lamar e Dolly Parton che potrebbero rispettivamente ricevere una statuetta per i loro brani in A Star is Born, Black Panther e Dumplin’.

Kevin Hart non parteciperà comunque alla cerimonia per non recare altri problemi di natura social, e critiche varie dalle personalità che visioneranno lo spettacolo, nonostante si sia dichiarato non omofobo e abbia chiesto umili scuse al pubblico che di certo è stato l’artefice di quanto accaduto in questa edizione degli Oscar 2019 (qui dettagli su Dogman).

Nonostante i vari problemi confidiamo nella produzione dell’imminente cerimonia degli Oscar che si terrà come già accennato il 24 febbraio, dove saranno consegnate le statuette ad alcune pellicole e attori davvero interessanti come Bohemian Rhapody e Vice – L’uomo nell’ombra, giusto per citarne alcune.

FONTE: Variety

 

 

About Nicola Giuseppe Gargiulo

Guarda anche

giovani streghe reboot

Giovani streghe, reboot ai nastri di partenza!

Giovani streghe, culto horror teen degli anni ’90, avrà un remake, o reboot, come va …