sabato , 20 Aprile 2019
BritBox, BBC e ITV unite contro Netflix

BritBox, BBC e ITV unite contro Netflix

BritBox. Sotto questo marchio si alleano BBC e ITV, la televisione di stato e quella privata più importante del Regno Unito, per contrastare l’egemonia di Netflix in terra d’Albione nel mercato dello streaming entertainment. I due broadcaster hanno stipulato un accordo per realizzare insieme un servizio che già porta appunto questo nome: BritBox.

Dopo l’ormai imminente arrivo di Disney+, che sarà la nuova e sola casa di tutte le produzioni Disney, Marvel, Star Wars e presumibilmente anche della library della 20th Century Fox, un’altra tegola per Netflix. In attesa della piattaforma Warner, mentre Amazon ha già rivelato le sue strategie per breve-medio termine. Insomma, a Los Gatos non dormiranno sonni tranquilli.

Sono molto felice che ITV e BBC stiano per chiudere i dettagli dell’accordo che porterà al lancio di un nuovo servizio di streaming congiunto“. Lo ha dichiarato Carolyn McCall, CEO di ITV. “BritBox sarà la casa dell’eccellenza della creatività britannica, celebrandone il passato, l’oggi e investendo presto nelle future produzioni originali”.

Sono estasiato dall’idea che BBC e ITV stiano lavorando insieme a qualcosa di così speciale come BritBox” ha aggiunto Tony Hall, direttore generale di BBC. “Un nuovo servizio di streaming che offrirà il migliore contenuto sviluppato in Inghilterra al pubblico che maggiormente lo può apprezzare. La piattaforma offrirà il meglio del passato e prodotti completamente nuovi. Questo è un momento importantissimo per il servizio pubblico”.

I rappresentanti dei due colossi della televisione britannica hanno di fatto sintetizzato quanto scritto nel comunicato stampa congiunto che ha presentato BritBox ai media. Enfatizzando forse un po’ troppo il fatto che sia un prodotto britannico, con contenuto britannico e per un pubblico britannico. Visto il difficile momento politico e sociale, con la Brexit in fase di pericoloso stallo, dichiarazioni del genere possono essere interpretate in molti modi.

In ogni caso, il succo del discorso è che Netflix ha un nuovo concorrente sul mercato del Regno Unito. Ed è quindi molto probabile che i moltissimi contenuti, di cui Netflix detiene al momento i diritti, provenienti da BBC, ITV e Channel 4, difficilmente resteranno a lungo a disposizione degli abbonati. Un altro duro colpo, che dovrà essere assorbito in tempi rapidi, perché i due neo-soci hanno sottolineato che, risolti gli ultimi cavilli legali, altri partner faranno parte di BritBox, per poi lanciare il servizio nella seconda metà del 2019.

Su quali possano essere questi partner, c’è l’imbarazzo della scelta, ma è facile fare qualche previsione. Dave, per esempio, uno dei canali commerciali più popolari del Regno Unito. E non sono da sottovalutare collaborazioni con BT, Virgin. E naturalmente con le produzioni e le distribuzioni cinematografiche più importanti, di cui sia BBC che ITV sono da sempre un punto di riferimento in sede di co-produzione. Ultimi ma non meno importanti, il BFI, ovvero il British Film Institute, e la sua immensa library, in gran parte già digitalizzata, e il BAFTA.

Sulla carta, parliamo di un’offerta qualitativamente e quantitativamente d’eccellenza, con un eguale livello per le produzioni future. E con degli investimenti supplementari minimi e facilmente ammortabili, dato che parliamo di realtà che fanno questo per mestiere da decenni e che, nel caso della BBC, l’hanno praticamente inventato. Un vantaggio non indifferente quando si tratta di ottimizzare qualità e budget. Una cosa più difficile da gestire per chi fa questo lavoro da meno di un lustro o poco più…

About Alessandro De Simone

Direttore Editoriale di Talky! Movie. “Scrivo. Per me, per i giornali per cui lavoro. E anche per quelli con cui non lavoro, che pubblicano decine di miei pezzi ogni giorno quando invio loro i comunicati dei miei clienti per cui servo umilmente come ufficio stampa. Oggi mi trovate sfogliando Gioia, Io Donna, L’Espresso, La Gazzetta dello Sport, Rolling Stone e molti altri, su carta e non.”

Guarda anche

Avengers: Endgame

Avengers: Endgame, proiezioni anche Roma nella sua prima sala IMAX

Testare la nuovissima tecnologia IMAX a Roma con uno dei film più attesi del 2019? …